16/05/2024

THE CREATION OF AN ARTBOOK – A LOVE STORY

Negli ultimi mesi, insieme a Hatje Cantz e a Lecta/Garda Cartiere, abbiamo lavorato a un progetto davvero entusiasmante: la creazione di un cortometraggio che documenta la genesi di un libro d’arte.

Il film esplora il mondo dell’arte e della creazione di libri.

Partendo dalle vivaci strade di Berlino, passando per i meticolosi laboratori di stampa e rilegatura di Trento, fino agli illustri stabilimenti delle cartiere di Riva del Garda, vi invitiamo a unirvi a noi in un incantevole viaggio attraverso la creazione della straordinaria pubblicazione di Ruth Orkin, Women.

 

Come si passa dal negativo fotografico a un libro stampato? Quanti specialisti sono necessari per trasferire fotografie di alta qualità su carta, creando un risultato degno di una vera opera d’arte? Unisciti a noi per scoprire questa “Love Story”.

E se non ti basta, sei ancora in tempo per partecipare all’inaugurazione della mostra “Ruth Orkin – Women” al f³ – Freiraum für Fotografie.

La fotografa, fotoreporter e regista americana Ruth Orkin (1921–1985) è cresciuta a Hollywood in quanto figlia di un’attrice del cinema muto.

Fu una delle prime donne a studiare fotogiornalismo al Los Angeles City College. Nel 1943 Orkin si trasferì a New York City, lavorando come fotoreporter freelance.

Le sue fotografie apparvero su The New York Times, LIFE, Look, Ladies’ Home Journal e altre pubblicazioni.

Il suo scatto American Girl in Italy – la scena in strada con uomini italiani che fischiano – è diventato un’icona.

Oggi, negativi e diapositive sensazionali sono emersi dal suo archivio, rivelando un lato poco conosciuto di Ruth Orkin: quello di una cronista sensibile e interessata al mondo delle donne degli anni ’40 e ’50.

Orkin ideò editoriali come il reportage ironico Who works harder? che confrontava la vita di una donna in carriera e una casalinga. Documentò il trambusto nei saloni di bellezza e alle feste, alle mostre canine e sui set cinematografici di Hollywood. Nei suoi scatti incontriamo Lauren Bacall, Jane Russell, Joan Taylor o Doris Day, ma anche cameriere, hostess e soldatesse, oltre a gruppi di amiche.

 

Quello che emerge è l’immagine di donne in movimento, donne che iniziano a liberarsi dalle convenzioni imposte, andando per la loro strada: sicure di sé, eleganti e intelligenti.” (Nadine Barth, curatrice)

Richiedi un preventivo

Informativa ai sensi dell’art. 13 del GDPR 2016/679. I dati conferiti con la compilazione del presente modulo di richiesta preventivo saranno oggetto di trattamento cartaceo ed informatizzato. I Suoi dati saranno utilizzati esclusivamente per dare risposta alle sue specifiche richieste. I Suoi dati potranno essere utilizzati anche per l’invio di materiale pubblicitario e di marketing, non saranno diffusi a soggetti terzi. Titolare del trattamento è Printer Trento Srl, cui potrà rivolgersi per l’esercizio dei Suoi diritti, tra cui rientrano il diritto d’accesso ai dati, d’integrazione, rettifica e cancellazione. Per la visione dell’informativa completa si rimanda a: privacy policy.